e-Du-Care: il debutto

di don Giovanni De Ciantis, vicerettore biennio filosofico

Di fronte ai molti compiti che il presente ci chiede e alle molte sfide che ci riserva il futuro, l’educazione ci appare come un mezzo prezioso e indispensabile che potrà consentirci di raggiungere i nostri ideali di pace, libertà e giustizia sociale, di rendere il mondo più umano (Cf. Rapporto Delors, 1997). L’educare (atto dell’educazione) è la “carta vincente” per promuovere uno sviluppo per quanto possibile organico, armonico ed autentico a tutti i livelli della vita personale, familiare e comunitaria.

Cosa è questa carta vincente? Che intendiamo con “educare”? Continua la lettura di e-Du-Care: il debutto

Rientrare nel cuore paterno-materno di Dio

di Luigi Crescenzi, seminarista del VI anno

La Parola di Dio di domenica scorsa ci presenta la “Parabola del Padre Misericordioso” (Lc 15, 11-32), comunemente chiamata “Parabola del figliuol prodigo”. I protagonisti sono un Padre, che ama incondizionatamente, e i suoi due figli. Il figlio minore pretende dal padre la sua parte di eredità; una volta ottenuta prende tutto (ma non la cosa più importante, l’amore del Padre) e si allontana mentre il figlio maggiore è stato sempre accanto al Padre e questi non gli ha concesso mai un capretto per fare festa con i suoi amici. Questi due figli vogliono rappresentare il figlio peccatore e il figlio giusto, ma il Padre riconosce tutti come figli! Questo avviene anche nelle nostre famiglie, quanti giovani si allontanano perché si sentono stretti, perché si sentono soffocare dai genitori, perché non riescono ad affrontare una situazione familiare… ma nulla toglie che un genitore ami il proprio figlio!  Continua la lettura di Rientrare nel cuore paterno-materno di Dio